lunedì 13 maggio 2013

Recensione di "EP 2013" su Roba Da Rocker

Il duo nomade tra differenti zone d'Italia, ma con radici a Roma e a Genova, è costituito rispettivamente da Adriano Floris (voce, cori, chitarre, percussioni) e Donatella Canepa (chitarre, ukulele, tastiere, percussioni) autori e compositori delle quattro tracce di debutto.
Dall'artwork in copertina, fotografia di un muro londinese, è possibile intravedere graffiti e manifesti tra cui per esempio il simbolo di Anarchia accanto al volto di Barack Obama, l'avversione alla schiavitù, la descrizione di papa Benedetto XVI come l'unico e solo Grinch.
Un disco quindi auto-dichiaratosi già in precedenza all'ascolto esclamando “no”, termine ricorrente tra le righe delle canzoni. No, infatti, alle mura costruite dai social network attorno a giovani zombie,mentre fuori i cieli si riempiono di scie chimiche (La Striscia Blu), no al cedimento ai ricatti delle sirene, dei bisogni nati dalle sofferenze dopo un addio, ma piuttosto a “un mare di liquore” (Il Numero Delle Lune). Invece sì alla partenza per mari consolatori i quali conducono verso il paradiso ascoltando nel mentre gli Stones eppure “senza andar lontano basta il tuo sorriso” (Settembre). Sì alla resistenza di fronte a oceani che quanto più separano tanto più uniscono le anime predestinate (Itaca).
Da un progetto avviato nel settembre 2012, i Cantina Club sfornano un rock semi-acustico elaborato su arpeggi e cantato vicini alla scuola genovese, rafforzati con energici strumming da far west e assoli tendenti all'hard 'n heavy, i quali instillano fermezza contro la malinconia presagita dalle parole. L'obiettivo è “che tutte le forme d’arte siano uno specchio dove ognuno rivede se stesso” (D. Canepa).
Il duo, intenzionato a generare nuove produzioni al fine di allargare il repertorio basilare, si sta organizzando in vista dell'evasione dagli scantinati del sottosuolo italico in sella a cavalli selvaggi per poi gettare l'ancora su rive d'oltremare, presentandosi così al pubblico dal vivo.

Sara McGee

http://www.robadarocker.com/10/post/2013/05/cantina-club-cavalli-selvaggi-in-fuga-via-mare.html