venerdì 22 marzo 2013

Recensione de "The Strange Connections" su Rockit

Tolto il fatto che due volte su quattro mi viene in mente "Billie Jean" di Michael Jackson e mai i Tortoise o gli Area (giusto per riprendere i generi indicati qui sopra). "The Strange Connections" è un ep più che amatoriale, registrato malissimo e con brani la cui struttura a stento la definirei elementare. Se non sapessi che fossero solo in due me li immaginerei come la classica formazione a quattro in salaprove, con il registratore messo al centro sul tappeto, parte il batterista e man mano segue uno scambio di sguardi a indicare chi deve agganciarsi dopo. Non c'è un'idea che contraddistingua un brano dall'altro: sono tante parti strumentali che si sommano un po' a istinto. E ovviamente le parti sono imprecise, suonate male e fuori tempo. Nulla da salvare, anche la copertina è orribile.

Simone Nolvo

http://www.rockit.it/recensione/20614/strangeconnections-the-strange-connections