lunedì 31 dicembre 2012

Buon 2013

Si dice anno bisesto, anno funesto. Io, dal punto di vista artistico, non ho niente da rimproverare a questo 2012. Sono usciti 3 cd, il mio secondo libro, ho suonato a Faenza sullo stesso palco di grandi artisti, affacciata su una meravigliosa piazza ed altre grandi-piccole soddisfazioni musicali.
Molti mi hanno chiesto: "progetti per il 2013?" Non lo so, non ho niente di definito, sicuramente un bel po' di riposo, poi il cemento si solidifica col tempo. Nel frattempo mi godo la fine di questo anno un po' strano e movimentato. Buon 2013!

domenica 30 dicembre 2012

Recensione de "The Strange Connections" su MetalWave

Questo duo di ragazzi polistrumentisti arriva da Genova e nascono solo pochi mesi fa, maggio 2012, sotto il nome di “The Strange Connections” decidendo di comporre musica senza l’ausilio di liriche. Alessandro Rivanera e Donatella Canepa evitano i soliti problemi di line-up (come vi invidio!) e puntano sul poco ma buono...anche se la musica è tutt’altro che scarna dato che gli strumenti in gioco sono parecchi. Non si sono certo persi in chiacchiere dato che in così poco tempo hanno già pubblicato questo EP ed un loro videoclip “The Unexpected” è entrato a far parte di UnoTv, una piattaforma che raccoglie musica indipendente a livello internazionale. La cosa senza dubbio da apprezzare è, oltre alla loro preparazione strumentale, la loro voglia di fare: sono ragazzi molto giovani e che si sono da subito buttati in questo pazzo mondo della musica. L’EP come detto prima è solo strumentale ed è tutto fatto in casa mixato dallo stesso Alessandro. Non capisco come mai i titoli delle canzoni sono sempre “The Un...”, magari c’è un filo logico tra il primo “inaspettabile” e l’ultimo “il disdicevole”, forse sono tutte personalità portate in musica? I componimenti sono molto di compagnia, quasi da piano bar, non aggressivi né pesanti...è un tranquillo sottofondo alle attività quotidiane. Il tutto non ha alti e bassi, ma le varie tracce restano sostanzialmente invariate dal punto di vista del suono dall’inizio alla fine e forse è proprio questo a renderle un po’ monotone...sarà la mancanza di testi e voci? Io personalmente proverei a mettere qualcosa... Intendiamoci: non vuole essere una critica pesante, se il vostro scopo è fare un duo per girare tra i vari club underground italiani allietando la pinta di birra o il calice di vino ai clienti non ci trovo niente di male! In ogni caso, questo lavoro scorre bene, è piacevole e rilassante, ma forse troppo dato che manca quel qualcosa che fa drizzare le orecchie e che prende l’attenzione dell’ascoltatore, qualche nota di spicco. Oltre all’introduzione di una voce, magari solo cori femminili, azzarderei anche dei più sentiti assoli di chitarra così per dare più corpo e carattere alle tracce: non virtuosismi, ma solo qualcosa che colorisca le composizioni. L’EP è fatto in casa e si sente, il logo è da rivedere e migliorare, però è da premiare la volontà dei “The Strange Connections” spinti sicuramente da una grande passione per la musica, bravi ragazzi la strada è lunga e tortuosa, ma avete tempo!

Track by Track
The Unexpected [65]
The Unwanted [60]
The Unlikely [60]
The Unseemly [60]

Giudizio Confezione
Qualità Audio: 60
Qualità Artwork: 55
Originalità: 70
Tecnica: 70

Giudizio Finale: 63

Vincent

http://www.metalwave.it/viewrece.php?id=4528

lunedì 24 dicembre 2012

Recensione di "Demoni in soffitta" su Scrittura-mania

Una silloge forte, d’impatto, quella di Donatella Canepa.
Provocatoria e spiazzante, perché se si vuole scuotere l’animo di chi legge, non lo si può fare, usando parole blande.
Un libro di denuncia sociale.
Un’opera contro: contro il conformismo e il buonismo, imperanti nella nostra società. Una società nella quale, ipocritamente, si preferisce indignarsi, davanti alle tante ingiustizie, piuttosto che arrabbiarsi e, per lo meno, provare a cambiare ciò che non va.
I venticinque racconti/riflessioni, contenuti in “Demoni in soffitta”, in bilico fra prosa e metrica musicale, hanno come tema ricorrente la libertà: quella che il sistema nel quale siamo inseriti fa di tutto per negarci e quella interiore che noi, spesso, non sappiamo preservare dai suoi attacchi, lasciandoci condizionare.
In questo senso, la silloge di Donatella Canepa è anche un elogio all’individualismo, inteso nella sua accezione positiva: dare valore alle proprie peculiarità, combattendo l’omologazione, seguendo, ad ogni costo, la via prescelta, anche se dovessimo trovarci di fronte ad un muro.
“Vi voglio dimostrare che diversità significa uguaglianza e giustizia, mentre l’omologazione del pensiero genera disuguaglianza sociale e politica, ingiustizia e fame”-scrive l’autrice, usando toni accorati.
“Demoni in soffitta” è, infatti, una raccolta nella quale si respira passione, in ogni singolo passo: la passione di una giovane donna, dotata di un’intelligenza acuta, profonda, critica, solo apparentemente ingenua ed ottimista, nella sua smania, tutta giovanile, di cambiare il mondo.
Un’ autrice, appena ventenne, che sa che “rispetto delle regole socialmente condivise” e “legge” non sono sempre sinonimi di “giustizia” e tale consapevolezza è talmente marcata in lei da farle pronunciare queste parole:“stare ogni tanto dalla parte dei cattivi ti fa sentire più vero e meno ipocrita”.
Il giusto e lo sbagliato si ribaltano in quest’opera, in maniera fortemente provocatoria, con l’intento di scuotere le coscienze e di spingere il lettore a riflettere autonomamente, a porsi delle domande, anche se farlo- come scrive Donatella Canepa- costa fatica e responsabilità.
Scavando a fondo nei mali della società contemporanea, il libro punta i riflettori sugli espedienti astuti ai quali ricorre il potere per manipolare le menti, per contenerne le spinte rivoluzionarie, facendo leva anche sui mezzi di informazione, in particolar modo, quelli televisivi, vere e proprie armi di distruzione di massa, nelle mani sbagliate.
Altro tema caldo, di cui Donatella non omette di parlare è il consumismo. A questo proposito l’autrice, ai giovani, consumatori per eccellenza, non manca di rivolgersi con queste ironiche e sferzanti parole: “Goditela e consuma!
Non dimostrare loro che puoi andare contro corrente.
Non dimostrare loro che sei adulto, non dimostrare
loro che sai pensare.
Segui il branco.
Vivrai serenamente”.
La speranza dell’autrice, animata da una sincera volontà di denuncia sociale e dall’anelito ad una società più vera, meno vittima degli stereotipi e dell’ipocrisia, è quella che i suoi simili si risveglino dal letargo accondiscendente nel quale sono caduti per incontrare i loro demoni metaforici, relegati nella simbolica soffitta della coscienza. Quei demoni positivi che, se assecondati, li porterebbero a fare piazza pulita della sporcizia interiore, facendo nascere in loro il nobile desiderio di “pulire il mondo”.
“Demoni in soffita”, edito da Rupe Mutevole Edizioni, un libro da consigliare a chi non ha paura di riflettere. A chi ha scelto di mettersi in discussione, ora e sempre, e non teme di guardare in faccia i propri demoni.

http://scrittura-mania.it/2012/12/24/scrittura-mania-recensisce-demoni-in-soffitta-di-d-canepa

Audio-recensione:
http://it.1000mikes.com/app/archiveEntry.xhtml?archiveEntryId=292923

sabato 22 dicembre 2012

The Strange Connections - "The Unexpected" in free download

The Strange Connections vi augurano buone feste e regalano (ai primi 100 che scaricheranno) il loro primo singolo The Unexpected che, in questi mesi, ha riscosso molti pareri positivi da parte della critica. Per ottenere il codice di download inviate un'email a strangeconnections@myspace.com.
Torneremo a gennaio, speriamo con molte novità!
The Strange Connections

venerdì 21 dicembre 2012

Salto Nel Buio - "La Paura Non Trionferà (Live In Faenza 2012)" in free download

Vi facciamo un regalo per augurarvi buone feste: La Paura Non Trionferà (Live in Faenza 2012) in free download!!! Visitare il nostro ReverbNation e cliccate download accanto al titolo della canzone!

sabato 1 dicembre 2012

Nomadama - "Midnight Escape" (videoclip) su Mediaset Italia 2

Il videoclip di "Midnight Escape" (R. Di Maggio/ D. Canepa) dei Nomadama, diretto e montato da Donatella Canepa, sul programma U Zone di Mediaset Italia 2 (in onda dalle 15:35 - Canale 35 del Digitale Terrestre, Canale 16 di TivùSat).