sabato 10 novembre 2012

Recensione de "Il Desiderio Non Espresso" su Mondo Metal

Sono sinceramente perplesso dopo l'ascolto di questo "Il Desiderio non Espresso", album di debutto dei Salto Nel Buio. Abbiamo 10 tracce composte da un intro ("Litio"), 8 canzoni e un outro ("Sole di Maggio"). Il genere è rock, a tratti cupo, incline al pop con i testi in italiano. Il gruppo si forma nell'aprile 2012 come "progetto online" e sforna l'album a settembre, e secondo me il tempo trascorso tra i due eventi è stato decisamente poco, anche in considerazione del fatto che i 3 musicisti non si sono incontrati quasi per nulla prima di dare alla luce il full di debutto. La prima cosa che salta all'orecchio sembra proprio la conseguenza di quest'ultimo fatto, ossia una mancanza di affiatamento quasi palpabile, accresciuta anche dall'uso di una drum machine non programmata molto bene. Ci sono spesso e volentieri (non ho capito se la cosa sia voluta, ma a me ha dato un po' fastidio) degli stacchi improvvisi tra parte iniziale, centrale e finale del brano, come se si fosse fatto una sorta di copia e incolla.
Il brano che, ovviamente riferito ai miei gusti, ritengo più riuscito è "La Paura non Trionferà", dedicato al terremoto che ha colpito l'Emilia nel maggio 2012.
Sicuramente ci troviamo davanti a tre buoni musicisti, ma credo che non basti solo questo per "formare" un gruppo e dar vita a un buon lavoro. Affiatamento è ciò che sicuramente manca in un progetto del genere, e si sente. Non è il primo progetto con componenti distanti tra loro che ci capita di recensire, e le cose ben fatte si possono ottenere anche così. Spero quindi che i tre giovani abbiano la possibilità di incontrarsi più spesso, o almeno facciano passare il giusto tempo necessario a metter su un insieme di buoni brani, che andranno a comporre il loro prossimo lavoro. Attendiamo fiduciosi perché le qualità ci sono tutte!

Marcello

http://mondometaldint.altervista.org/recensioni/Il-Desiderio-Non-Espresso.php