lunedì 29 ottobre 2012

Salto Nel Buio - Tavolo18 (video-teaser)

Recensione de "Il Desiderio Non Espresso" su Rockit

Rock più simile ad una prova pratica alla scuola di musica che ad un album vero e proprio, tanto è acerbo, sfilacciato, pieno di zoppie ed errori.
Qua e là qualche spunto interessante lo si può comunque individuare, soprattutto per quanto concerne i testi e l’apprezzabile tentativo di raccontare e descrivere la quotidianità a 360°. Musicalmente però non ci siamo proprio, con tracce troppo simili l’una all’altra, sonorità poco armoniche e tanti, troppi, svarioni tecnici.La passione e la sincerità paiono non mancare ai Salto nel buio, ai quali non resta altro da fare che continuare a suonare, intensificando lezioni individuali e prove collettive.Il tempo è dalla loro parte: al momento, però, solo questo. Esserne consapevoli sarebbe comunque già un bel punto di partenza.

lunedì 8 ottobre 2012

Recensione de "Il Desiderio Non Espresso" su Corner MusicZine

I "Salto nel buio" nascono come progetto online a distanza , nell'Aprile del 2012 e dopo circa cinque mesi si presentano sulla scena musicale con un cd dal titolo "Il desiderio non espresso" di ben dieci songs . L'unica e dico unica nota positiva di questo progetto è che l'intero ricavato dalle vendite del cd sarà a favore dei terremotati dell'Emilia .
Non mi sento di pubblicare la versione originale di questa recensione ( che ho fatto personalmente ) che comunque conservo a chiunque previa richiesta via e-mail, vorrà leggerla .
Non commenterò neanche ogni singolo brano , perchè al di là di tutto la band è sempre giovane con margini di miglioramento ( lo spero davvero ) e dunque stroncare di brutto una lavoro è altamente demoralizzante .
La voce è un disastro, la composizione e stesura dei brani lascia a desiderare e si salvano solo quei due o tre brani che hanno il solito ritornello per tutta la durata. Il punto è che non si fanno dischi in cinque mesi specie se progetti a distanza e se composti da dieci brani per una durata di più di un'ora ( così è indicato nel mio lettore ) , queste cose vanno lasciate ai mostri della musica . La fretta alle volte è brutta consigliera e questo progetto lo dimostra ; peccato perchè le buone idee ci sarebbero. Il voto che ho dato alla band è legato al solo fatto che è stato creato per una buona causa . Alla prossima !!
Voto: 6

http://cornermusiczine.blogspot.co.uk/2012/10/salto-nel-buio-il-desiderio-non-espresso.html

Intervista a Donatella Canepa su Voltare Pagina

http://voltarepaginaditizianacazziero.blogspot.it/2012/10/intervista-donatella-canepa-aurtrice.html

venerdì 5 ottobre 2012

Recensione di "Demoni in soffitta" su Espressione Libri

È difficile catalogare il libro “Demoni in soffitta” di Donatella Canepa , certamente, non è un romanzo, né men che mai un insieme di racconti e prima di leggerlo bisogna necessariamente porsi delle domande.
Siamo davvero disposti ad entrare nel mondo giovanile? E se sì, siamo pronti a sentir parlare di satanismo? Se lo siete, disponetevi ad aprire la vostra mente, lasciate al di fuori della vostra lettura i vostri limiti e aprite con decisione le vostre soffitte per affrontare i vostri demoni.
Tutto avrà inizio da un’immagine di un poster, il piccolo spazio di 140×100 centimetri si allargherà a dismisura trascinandovi così in un sogno, anzi, in un incubo.
Ad accompagnare la vostra lettura, le note di un “certo tipo” di rock.
Questo è un libro che va letto con lo stomaco, non con la mente per cercare di capire, non con il sentimento.

Adrena

http://espressionelibri.wordpress.com/2012/10/05/recensione-demoni-in-soffitta-di-donatella-canepa-a-cura-di-adrena

mercoledì 3 ottobre 2012

Recensione de "Il Desiderio Non Espresso" su MetalWave

Le circostanze in cui i Salto nel Buio hanno preso forma sono sicuramente molto originali.
Il gruppo si è formato online per volontà della bassista trentina Martina Tosi e della genovese Donatella Canepa alla chitarra e tastiera a cui si è aggiunto successivamente il luzzanese Barbo Burnybrain. Specificare distintamente ciascuna provenienza dei componenti della band è fondamentale in quanto queste significative distanze non hanno impedito loro di creare assieme e di far combaciare le proprie influenze in un particolare rock italiano, sicuramente da perfezionare.
Le atmosfere proposte dai ragazzi sono interessanti ma non sufficientemente articolate probabilmente proprio a causa di una distanza che si suppone possa divenire in fase compositiva o di prova limitante.
Le liriche cantante da Barbo sono piene di sfaccettature e a larga possibilità interpretativa, nonostante ci sia sempre un'unica verità nella lirica consapevole nell'autore, è possibile invece trovare un modo per riconoscersi in alcuni brani che raccontano attimi o scene quotidiane come ne “Il buio e le stelle” dove si nota la partecipazione di Valentina Sironi ai cori. A grandi linee però si può tracciare un sentiero abbastanza decadentista nei concetti dei testi, mentre le linee melodiche e le musiche guidate idealmente e praticamente dalle ragazze sono piuttosto chiare e decise nella in vena rock.
Simpatico il brano “Tavolo 18” con un richiamo pop-rock invece.
La produzione artistica lascia comunque molto a desiderare, soprattutto in “Credo”, una graditissima lode alla bassa padana, in cui chiunque viva in quelle zone o in posizioni limitrofe potrà riscoprire abitudini e scenari tipici di quei luoghi, recitata da Barbo.
A proposito di pianura, ammirevole il brano “La paura non trionferà” con cui la band ha partecipato ad un'importante raccolta fondi a favore delle zone terremotate dell'Emilia.
L'intero artwork è affidato alla bassista Martina Tosi.
Il prodotto è in sintesi molto “homemade” come grafica e sonorità, ma il potenziale c'è.
I componenti del gruppo sono molto giovani e avranno tempo ed occasioni per maturare le loro capacità.

Track by Track
Litio - 60
Il buio e le stelle - 65
L'arte dell'inganno - 65
Tavolo 18 - 60
Sacrifico il mio onore - 65
Credo - 60
La paura non trionfera' - 70
Non è un gioco - 65
Solo lei - 65
Sole di maggio - 65

Giudizio Confezione
Qualità Audio: 55
Qualità Artwork: 55
Originalità: 65
Tecnica: 60

Giudizio Finale: 63

Marie

http://www.metalwave.it/viewrece.php?id=4316