lunedì 10 settembre 2012

Recensione de "Il Desiderio Non Espresso" su UndergroundZine

Oggi vi parlo di un progetto abbastanza inusuale, -i salto nel buio- ovvero una band nata online e formata da 3 persone dislocate in varie regioni ( trento, liguria. Emilia romagna ). L'album si chiama - il desiderio non espresso- edè composto da 10 pezzi. I generi toccati sono punk, alternative italiano stile primi afterhours, rock nel termine piu' puro del termine. A mio avviso la durata migliore in termini di minutaggio è sui 3,30 minuti massimo 4. Oltre il senso di noia si fa sentire un pò. Parliamo brevemente di qualch pezzo: l'intro "litio" è molto bello e la prima canzone la troviamo subito dopo con "il buio e le stelle", un pezzo ababstanza punk rock mid tempo con una ispirata chitarra, -l'arte dell'inganno- ricorda gli afterhours in fase alternative, "tavolo 18" è un pezzo rock molto carino. Considerando la nascita particolare del gruppo, per essere il primo album è decisamente meglio di tante band "tradizionali". Logicamente c'è qualcosa da aggiustare ma conto che già con il secondo album i salto nel buio riusciranno ad esprimere il proprio potenziale già palpabile con questo disco. Un plauso alla chitarra ispirata ed anche alla voce che cerca di essere personale nel limite del possibile.
Voto: 75/100

LIDEL

http://issuu.com/undergroundzinewebzine/docs/undergroundzine_n._3_settembre__2012

Nessun commento:

Posta un commento