sabato 31 dicembre 2011

Buon 2012

Per me il 2011 è stato un anno pieno,
ma anche un anno lento.
È uscito il mio primo disco, mi sono spaccata le orecchie per mesi di fila lavorando alle registrazioni, mi sono spaccata la testa per cercare, partendo da zero, di capire qualcosa del suono e di come farlo arrivare, nella sua natura più profonda.
Ho scritto molti racconti nuovi, ho girato per promozioni - presentazioni varie.
Ma mi sono presa anche tempo per me, tempo libero, ma veramente libero.
Mi sono presa tempo per dire a me stessa quello che conta veramente.
E adesso che lo so,
adesso che me lo sono detta,
non ritorno sui miei passi.
Spero che il 2012 sia un anno rock,
ma allo stesso tempo calmo e silenzioso.
Perché nella calma e nel silenzio,
il rock si ascolta meglio!
Buon anno!